Il futuro della mobilità di VOLKSWAGEN è qui.

Scopri la gamma di vetture ad emissioni 0 Volkswagen ID.

Way to Zero

Volkswagen si è prefissata un obiettivo molto importante: trasformarsi in un’azienda a bilancio neutro di CO2 entro il 2050. Una sfida non da poco, che ci ha portato come concessionaria a riflettere sul mondo della mobilità elettrica e a seguire lo stesso percorso.

Con il modello completamente elettrico ID.3, arriva la prima Volkswagen di tutti i tempi che non solo viene prodotta con un bilancio di CO2 neutro, ma viene anche consegnata ai Clienti affinché anche il suo impiego possa vantare un bilancio neutro in termini di CO2.

Guardando al futuro e credendo fortemente nel progetto, abbiamo creato un mondo dedicato, con dei consulenti selezionati, un’area dedicata in salone, una chiave d’accesso al mondo elettrico che ti dia una panoramica a 360° della mobilità ad emissioni 0 e dell’impegno che sia Volkswagen – sia noi di Autocogliati – stiamo impiegando.

Scopri insieme a noi i punti focali sul mondo dell’elettrico, ti illustreremo il corretto utilizzo, la gestione della ricarica, le tessere, gli abbonamenti e le nuove tecnologie onboard delle nostre auto 100% elettriche.

Scegli la vettura a emissioni 0 adatta alle tue esigenze:

Nuova Volkswagen ID.3

ID.3

L’ evoluzione della mobilità elettrica.

ID.4

100% SUV e 100% elettrica.

Volkswagen ID.5

ID.5

SUV Coupè Redefined.

ID.BUZZ

ID. Buzz

Nato per ridefinire il futuro della mobilità.

ID.7

ID. 7

La mobilità elettrica ti porterà lontano.

We Charge – insieme attraverso l’Europa con il servizio di ricarica Volkswagen

We Charge è il nuovo servizio di ricarica di Volkswagen, che offre la ricarica pubblica e la ricarica domestica in tutta Europa con il Volkswagen ID. Charger.

Con l’ID. Charger puoi avere la stazione di ricarica direttamente in casa. L’ID. Charger è disponibile in tre versioni con diverse prestazioni di ricarica, a seconda dell’allacciamento con un massimo di 11 kW.

Con la tessera di ricarica We Charge è possibile abilitare la stazione di ricarica e ricaricare.

Scopri di più su come ottenerla e attivarla:

*Prezzi validi con Progetto Valore Volkswagen

Progetto Valore Volkswagen” è il finanziamento personalizzato che ti consente di guidare un’auto Volkswagen sempre nuova.

Scegli il modello perfetto per te, la durata del finanziamento, l’anticipo, anche piccolissimo – dall’1% fino al 35% e il chilometraggio annuo in base al reale utilizzo della vettura. In questo modo otterrai una rata personalizzata e l’estensione di garanzia in omaggio.


Se lo desideri è inoltre possibile includere
servizi aggiuntivi come la manutenzione ordinaria o una copertura assicurativa. Al termine della scadenza programmata potrai decidere se tenere l’auto pagando il Valore Futuro Garantito residuo, restituirla o sostituirla con una nuova Volkswagen, continuando a beneficiare dei vantaggi di “Progetto Valore Volkswagen“.

Ricarica a casa
Wallbox: la vostra stazione di ricarica privata
Probabilmente il modo più comodo per ricaricare la batteria della vostra auto è una wallbox per casa. Elli, affiliata di Volkswagen, offre ad esempio l’ID. Charger in diverse versioni, in modo da soddisfare qualsiasi esigenza e adattarsi ai sistemi dei modelli ID. Basta togliere la spina, inserirla nell’auto elettrica, caricare, estrarla e il gioco è fatto.
Ricarica al Centro Commerciale
Sempre più supermercati e centri commerciali stanno aggiungendo stazioni di ricarica alle loro strutture. In questo modo avete la possibilità di ricaricare, a volte anche gratuitamente, la vostra auto elettrica presso una di queste colonne per coprire il fabbisogno di ricarica giornaliero pianificando il tempo di ricarica in modo efficace.
Ricarica al lavoro
Sempre più datori di lavoro promuovono l’elettrificazione graduale della propria flotta e passano alle auto elettriche. Molti di loro realizzano un’infrastruttura di ricarica e offrono al personale la possibilità di ricaricare la propria auto elettrica o un veicolo ibrido plug-in a una colonnina di ricarica aziendale durante le ore di lavoro.
Ricarica in viaggio
Sono sempre di più i punti di ricarica lungo strade e autostrade. Anche il gruppo Volkswagen, parte della joint venture IONITY fondata con altri produttori di automobili, si impegna nella costruzione di una rete di ricarica.

Dicono di noi:

Ottima esperienza. Ho acquistato presso questa concessionaria una VW ID.3. Eccellente professionalità ed attenzione al cliente. Il venditore, Daniele Di Iorio, mi ha sempre aggiornato sull’andamento dell’ordine, dall’inizio alla fine produzione dell’auto sino alla consegna dando ad ogni mio dubbio sempre risposte precise ed esaustive. Bravissimi

Giulio, ⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️

Il personale di questo concessionario è molto preparato e disponibile. Mi hanno consigliato per l’acquisto della mia nuova Id3. Un grazie speciale al venditore Gusmeroli Gregori, che mi ha seguito passo a passo.

Luca, ⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️

Non posso che lasciare una recensione a 5 stelle per la mia prima esperienza in Autocogliati, in particolare con il sig. Alessandro Riva. Competente, comunicativo, attento nel comprendere le mie esigenze e molto disponibile nel cercare di soddisfarle. Ha persino creato un video personalizzato di presentazione dell’auto proposta in modo che potessi vederne in anteprima alcune caratteristiche.

Franco, ⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️

Ho acquistato la mia E-Up presso di loro, bellissima concessionaria.

Federico, ⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️

Sono molto soddisfatto dell’acquisto della mia prima auto elettrica e ringrazio il venditore Tiziano che è stato molto gentile e professionale.

Azienda locale, ⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️

F.A.Q. Mobilità elettrica

Per la ricarica domestica è possibile utilizzare la presa normale oppure installare una Wallbox in Garage. Per velocizzare il processo e’ consigliabile proprio quest’ultima.
Consigliato inoltre rifornire l’auto di notte quando le altre utenze domestiche sono spente/inutilizzate.
Il tuo datore di lavoro mette già a disposizione colonnine elettriche nelle aree di parcheggio aziendali? In tal caso, se percorri circa 50 km al giorno, dovrai ricaricare la tua auto elettrica solo una volta la settimana. E nel modo più pratico in assoluto: durante il tuo orario di lavoro.
Sempre più supermercati, centri commerciali e grandi negozi d’arredamento allestiscono o ampliano gradualmente la loro infrastruttura di ricarica. In tal modo tu puoi effettuare il rifornimento della tua auto elettrica, a volte gratuitamente, non solo coprendo il fabbisogno giornaliero, ma anche sfruttando con efficienza il tempo occorrente per la ricarica.

Secondo le stime di Energy & Strategy Group del Politecnico milanese, in Italia finora si sono installate circa 45.210 punti di ricarica tra quelle pubbliche e quelle private ad accesso pubblico.

Con la presa normale il tempo di ricarica è di circa 12 ore considerando un classico contatore da 3,3 kW , tenendo conto di una batteria da 40 kWh.

Le tariffe variano in base al tipo di colonnina, la velocità della ricarica e l’operatore che gestisce il servizio. In media, bisogna calcolare 0,45-0,50 € per kWh per utilizzare, rispettivamente, i punti di ricarica rapida sotto 50 kW e veloce da 50 kW.

La spesa di ricarica massima si aggira sui 18-20 euro per un pieno completo.

Si, esistono le tariffe forfettarie mensili: ci sono diverse taglie e prezzi, ad esempio Enel X – propone un canone mensile da 25 euro con 60 kWh inclusi e un canone da 45 euro con 120 kWh.

A livello di tempistiche, utilizzando una colonnina “rapida” in corrente alternata da 22 kW si devono calcolare quasi due ore per la completa autonomia della batteria da 40 kWh.

l modo più conveniente per ricaricare l’auto elettrica è a casa, avendo un garage/box o un posto auto collegato all’impianto elettrico dell’abitazione.

Ipotizzando un costo medio unitario dell’energia tra 0,20-0,23 €/kWh con un contratto domestico si spenderanno 8-9 euro per un pieno con un’autonomia intorno ai 270 km di una batteria da 40 kWh.

Chi ha il fotovoltaico può spendere ancora meno, perché usa direttamente l’energia “fatta in casa”, in autoconsumo: ricaricare costerà indicativamente circa 7-10 centesimi di euro per kWh, cioè il valore indicativo LCOE (Levelized Cost of Electricity) del fotovoltaico residenziale in Italia.